Giovedì 15 marzo ore 20.30 – il Concerto spirituale

Testimonianza in musica
don Carlo Josè SENO
Musiche di F. Chopin
Teatro Bratuž – viale XX Settembre 85

 

Un importante momento dedicato alla musica e alla riflessione verrà offerto giovedì 15 marzo alle ore 20.30 al teatro Bratuž di Gorizia, in collaborazione tra parrocchia dei Santi Ilario e Taziano e Movimento dei Focolari di Gorizia.

“Una testimonianza in musica” sono stati definiti gli interventi del pianista e sacerdote don Carlo Josè Seno, concertista di fama internazionale diventato sacerdote. Contenuti della serata saranno il racconto della sua vita, della conversione, della vocazione, del legame profondo con il Movimento dei Focolari, oltre a testi significativi e poetici.

Ma sarà anche e soprattutto il grande Friedrich Chopin, con tantissimi brani al pianoforte gran coda che faranno da ordito alla bella serata. L’ingresso è libero.

 

Don Carlo José Seno

Nasce nel 1958 a Milano. Frequenta  il  Conservatorio formandosi  alla  scuola  di Alberto Mozzati e  crescendo  in  un ambiente  familiare  appassionato di musica. Nel 1978 si diploma e debutta con l’Orchestra  Sinfonica  della RAI di Milano nel 5^  Concerto di  Beethoven  (“Imperatore“).

Laureato in vari concorsi nazionali e internazionali, tiene concerti in Italia e all’estero, collabora con orchestre. Si stabilisce per tre anni a Parigi, perfezionandosi dapprima presso  il  Conservatorio nella classe  di Germaine Mounier e, in seguito, con il celebre pianista  Georges Cziffra.

Nel 1983, dopo un’esperienza di luce e di grazia, entra  nel  Seminario della diocesi di Milano, è ordinato sacerdote nel 1990, e destinato a Milano come vicario parrocchiale. Con la sua esperienza di musicista concertista racconta, con l’aiuto della musica, la sua storia di incontro con Dio. Realizza dei veri e propri spettacoli in cui spiega e interpreta i brani musicali alla luce di un tema teologico o “raccontando” la vicenda di alcune figure spirituali.

In accordo con il suo arcivescovo, risiede attualmente nella cittadella di Loppiano –  Incisa in Val d’Arno (FI), presso il Centro di Spiritualità di comunione “Vinea mea” per sacerdoti, diaconi e seminaristi diocesani, promosso dal Movimento dei Focolari.

*  *  *

 

In occasione del decimo anniversario dalla morte di Chiara Lubich (14 marzo 2008-14 marzo 2018), le comunità dei Focolari nel mondo si preparano a celebrarlo rinnovando l’impegno di portare il “carisma dell’unità” nella società.

 L’umanità sta vivendo una terza guerra mondiale a pezzi; povertà e fame sono tutt’altro che sconfitte; i rapporti personali e sociali stanno subendo uno sfilacciamento progressivo dovuto ad una mancanza di speranza nel cambiamento. E molto altro ancora. Di fronte a questi drammi, qual è il contributo del “carisma dell’unità”, in concorso con tutte le persone di buona volontà che operano per il bene del nostro pianeta?

La risposta arriva dai numerosi fatti di vita e dalle iniziative di persone che, in tutto il mondo, hanno abbracciato gli ideali di Chiara Lubich e si sono impegnate innanzitutto a trasformare sé stesse, generando ovunque numerose opere sociali, che dicono che un cambio di passo per l’umanità è ancora possibile.

La ricorrenza dei festeggiamenti dei santi patroni di Gorizia Ilario e Taziano e il ricordo di Chiara Lubich, ha spinto la comunità del Movimento dei Focolari di Gorizia con la Parrocchia dei Santi Ilario e Taziano ad organizzare un evento musicale particolare. È stato invitato don Carlo Josè Seno, artista sacerdote di Milano di fama internazionale, a donarci la sua testimonianza in musica.

Si esibirà giovedì 15 marzo nel teatro L. Bratuž di viale XX settembre alle ore 20.30 eseguendo al pianoforte brani di musica classica alternati dal racconto della sua esperienza.

Fulvio Gaggioli